giovedì 31 maggio 2018

Condizionamento rispondente (o classico) e pairing - L' ABA spiegata a mia nonna - (Settima Parte)

Oggi pubblichiamo un breve articolo sui principi del condizionamento classico e della loro applicazioni nell'ABA.
Sanpietroburgo primi del Novecento. Un cane se ne sta' tranquillo nella sua gabbietta ignorando che sarebbe diventato uno degli animali più famosi della storia della scienza... 
Questa storia potrebbe iniziare così.... Stiamo parlando del cane (in realtà non era solo uno e non era suo ma del laboratorio dell'università) del fisiologo Ivan Petrovic Pavlov (1849-1936) e del suo celebre esperimento che porterà a definire il meccanismo del condizionamento rispondente.
Ecco come avviene il condizionamento:

Condizionamento operante o classico. Esperimento di Pavlov
Ma cosa ha a che fare tutto questo con l'intervento sui bambini con autismo?
Questo processo in cui uno stimolo da neutro diviene stimolo condizionato è alla base di quello che tecnicamente si chiama stimulus-stimulus pairing o semplicemente "pairing" (appaiamento in italiano) e viene applicato sia all'operatore che ad altri stimoli (ad sempio attività, giochi, cibi.)
Diventare un divertente compagno di giochi.
Essere accettati dal bambino con cui dobbiamo lavorare non dovrebbe essere neanche un obiettivo minimo. Il bambino ci deve adorare. Dobbiamo diventare noi stessi un rinforzo positivo.
Ecco alcune importanti regole da mettere in pratica per  raggiungere questo obiettivo:

  • Conoscere i rinforzi del bambino ed utilizzarli con saggezza. (Vedremo in un altro articolo come )
  • Informarsi (tramite i genitori) su cosa infastidisce o non piace al bambino 
  • Non fare richieste al bambino o dare istruzioni (naturalmente stiamo parlando del periodo del pairing)
  • Giocare e divertirsi!
Pairing con l'operatore
Nell'esempio della grafica il bambino ama i trenini e sarà inizialmente indifferente all'operatore. L'operatore userà il trenino per avere un transfert positivo su di se.
Durante questa procedura è importante non lasciarsi prendere la mano e assecondare il bambino su ogni aspetto ma stare attenti a non rinforzare i comportamenti problema nel caso ce ne fossero.
Aggiungi ai preferiti...
Come comportarsi invece quando al bambino piacciono pochissime cose?
Si intrattiene solo con i fili dei tessuti? Vuole solo sfogliare riviste?
Il principio è sempre lo stesso: associare uno stimolo "rinforzante" ad uno stimolo neutro in modo che quest' ultimo divenga a sua volta qualcosa di gradito.

Stimul-stimulus pairing


 Abbiamo semplificato un pò la descrizione di queste procedure  per far capire il meccanismo con cui avvengono.

Non vorremo far passare però il messaggio che sia un compito semplice. Il pairing rappresenta uno dei più delicati e importanti passaggi del lavoro con i bambini con autismo e occorre molta pratica per padroneggiarlo al meglio.

Due manuali operativi molto interessanti e accessibili sono i libri che vi consigliamo su questo argomento.
Questo blog è affiliato Amazon. Se acquisterete i libri dai link in questa pagina aiuterete il blog a crescere. A voi non costerà un centesimo in più. Grazie!

Nessun commento:

Posta un commento

Toccare parti del corpo su imitazione

Oggi presentiamo una semplice attività per imparare ad imitare e riconoscere le parti del corpo...  Obiettivo: imparare a guardare ...